Leggi gli ultimi articoli :

Potreste restare sorpresi dalla varietà di competenze – non solo linguistiche – con cui tornerete a casa dopo un periodo di studio all’estero.

Molte di queste rientrano nella categoria delle “soft skills”, o competenze sociali, e sono tra le più richieste dai datori di lavoro.

Cosa sono le hard skills e le soft skills?

Le “hard skills” indicano generalmente le competenze tecniche acquisite attraverso lo studio formale, come le competenze informatiche, matematiche, di ingegneria o qualsiasi altra abilità che consente di svolgere le mansioni fondamentali di un lavoro.

Le “soft skills” sono invece le abilità che permettono di rispondere meglio alle situazioni della vita e di relazionarsi alle persone. Queste competenze intangibili derivano più dalle proprie esperienze che da una formazione specifica.

Nel loro staff, i datori di lavoro cercano un buon equilibrio di competenze tecnico-pratiche (hard skills) e sociali (soft skills).

Le soft skills più importanti

Un’esperienza di studio all’estero vi porterà ad acquisire moltissime competenze pratiche e, in particolare, le competenze linguistiche che sono così fondamentali nel mondo di oggi. Tuttavia, il fatto di studiare immersi in un’altra cultura non vi permetterà solo di ampliare il vostro vocabolario, ma influirà positivamente anche sulla vostra vita.

Vi illustriamo qui di seguito 23 “soft skills”, suddivise in 4 categorie, che acquisirete con la vostra esperienza di vita e di studio all’estero:

Competenze interpersonali o “people’s skills”

1.  Abilità di ascolto – È fondamentale per la vostra esperienza, dentro e fuori la classe. Ci vuole più tempo per elaborare in una lingua straniera e questo permette di pensare con più attenzione a quello che si sente e a come si risponde. Nella vostra madrelingua, può accadere che stiate già formulando una risposta nella vostra testa, anziché ascoltare davvero chi vi sta parlando… imparare una nuova lingua vi farà riflettere anche su questo.

2.  Abilità di comunicazione – Comunicare in una lingua straniera non solo migliora la padronanza della lingua che state studiando, ma offre anche una nuova prospettiva sulla vostra madrelingua. Come vi sentite quando le persone parlano troppo velocemente o usano termini gergali con voi? Potrete imparare ad essere più accurati nella vostra lingua e anche questo è un elemento fondamentale nella comunicazione.

3.  Consapevolezza culturale – Studiare all’estero offre la possibilità di entrare in un’altra cultura, cosa che un semplice viaggio non permette di fare. La lingua sarà la vostra porta d’accesso. La scuola e le vostre esperienze quotidiane vi permetteranno di scoprire quanto sono diverse le usanze e le tradizioni negli altri paesi del mondo.

4.  Impegno multiculturale – Oltre a conoscere la cultura locale, avrete la possibilità di incontrare e di studiare insieme a persone provenienti da tutto il mondo. La capacità di lavorare con persone così diverse è una “soft skill” fondamentale nell’attuale mondo del lavoro.

5.  Empatia e capacità di relazionarsi agli altri – Vedere le mille sfaccettature del mondo vi aiuterà ad apprezzare il fatto che, indipendentemente dal posto in cui siete nati, le persone sono tutte dominate dalle stesse emozioni primarie.

6.  Pazienza – La pazienza è un aspetto fondamentale nello studio di una lingua, ma anche per trovare la propria strada in un altro paese o in un’altra cultura.

7.  Lavoro di squadra – I moderni metodi d’insegnamento di una lingua prevedono moltissime attività in gruppo e in mini-gruppo. Impegnarsi in un compito e parlare una nuova lingua insieme a persone che non condividono la vostra è un modo stimolante e gratificante per migliorare le vostre abilità di lavoro di squadra. Non devono per forza piacervi tutti, ma dovete lavorare insieme… proprio come in qualsiasi posto di lavoro.

Capacità mentali

8.  Problem solving creativo – Quando ci si trova al di fuori della propria “comfort zone”, spesso circondati da persone che non parlano la nostra lingua, bisogna appellarsi alla propria creatività per risolvere i problemi.

9.  Pensiero multidisciplinare – È un concetto cardine del XXI secolo e l’insegnamento delle lingue ne è un valido esempio. Una sessione in classe può insegnare una parte di grammatica o una particolare area del lessico, ma lo farà attraverso vari argomenti e attività. Una lezione incentrata su una specifica struttura grammaticale potrà prendere la forma di un dibattito in gruppo, di un gioco, di un’attività di ascolto o di un finto colloquio di lavoro. Approcci molto diversi fra loro per un obiettivo comune.

Competenze pratiche

A questo punto, la linea di demarcazione tra le “hard skills” e le “soft skills” inizia a sfuocarsi.

10. Self-management o autogestione – La vostra scuola di lingua vi offrirà sempre il suo aiuto affinché il vostro approccio nel nuovo paese sia quanto più piacevole possibile, ma alla fine spetterà solo a voi approfittare al massimo del vostro tempo e organizzare la vostra vita.

11. Autodisciplina – Nessuno vi costringerà ad alzarvi la mattina per andare al corso di lingua, esattamente come nessuno vi obbligherà a fare i compiti a casa. Saranno però gli studenti che si comportano in questo modo a fare i progressi più rapidi.

12. Capacità di presentazione – Dopo aver parlato di fronte ad un gruppo di persone in un’altra lingua, fare una presentazione nella vostra madrelingua non vi sembrerà più così impossibile.

13. Capacità di scrittura – Quando è stata l’ultima volta che vi siete soffermati sul vostro modo di scrivere?

14. Abilità di coaching e di mentoring – Un buon insegnante può essere fonte di ispirazione tanto in età adulta quanto durante l’infanzia. La differenza è che gli adulti riescono ad identificare cosa rende così bravo un insegnante e a farlo proprio, insieme alle competenze linguistiche.

Caratteristiche personali

Le caratteristiche fondamentali della nostra personalità derivano principalmente dalla nostra infanzia, ma un’esperienza di studio e di vita all’estero vi offrirà moltissimi altri stimoli.

15. Fiducia in sé stessi – Ci vuole fiducia in sé stessi per rivolgersi agli estranei in una lingua che non è la propria e resterete piacevolmente sorpresi della gentilezza delle persone quando notano che vi sforzate di parlare la loro lingua. Porterete questa sicurezza a casa con voi.

16. Perseveranza – Imparare a pensare e a parlare in una nuova lingua può essere una sfida, ma è un percorso molto gratificante. La vostra perseveranza sarà premiata con competenze e abilità che dureranno tutta la vita.

17. Responsabilità – Vivendo in un altro paese, sarete lontani dai vostri amici e dalla vostra famiglia. Toccherà a voi ristabilire la vostra “comfort zone” e far funzionare le cose.

18. Ambizione – Entro limiti ragionevoli, l’ambizione è una caratteristica lodevole. Conoscendo di più il mondo, avrete le idee più chiare su quello che volete nella vita… e su come ottenerlo.

19. Iniziativa – Una “soft skill” incredibilmente importante. A meno che non siate dotati di una bellezza stratosferica, le cose non vi pioveranno dal cielo e avrete bisogno di un buon spirito di iniziativa per farle funzionare. Senza il supporto della solita rete di contatti, prendere l’iniziativa è un passo fondamentale quando ci si trova in un posto nuovo.

20. Integrità – L’integrità è una caratteristica che si può imparare? Incontrare gente nuova da tutto il mondo vi darà la possibilità di riflettere su quello che valutate realmente nelle persone.

21. Equilibrio emozionale – Una delle cose più interessanti del parlare una lingua straniera è l’essere molto più propensi a pensare prima di aprire bocca, riducendo così le possibilità di dire qualcosa di cui potremmo pentirci. La capacità di gestire le proprie emozioni vi aiuterà a lavorare bene in qualsiasi team.

22. Flessibilità – Le cose funzionano in modo diverso nelle varie culture ed è spesso fondamentale essere flessibili per avere successo. Non dovete per forza adorare il modo in cui funzionano le cose in un altro posto, ma dovete adattarvi. La capacità di reagire bene a situazioni difficili o inaspettate vi sarà utile per tutta la vita.

23. Maturità – Unite tutte le caratteristiche qui sopra ed ecco quello che otterrete.

Avete vissuto un’esperienza di studio all’estero? Come ha cambiato la vostra vita? 

Crediti fotografici:  vector modern flat design negotiation and dealing soft skills icon white isolated on black background di Shutterstock
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Se mamma e papà sono ancora i vostri “capi”, date un’occhiata a questo articolo  per convincere i vostri genitori a finanziare il soggiorno linguistico che desiderate.

Avete individuato un corso di lingua all’estero perfetto per il vostro lavoro? Da un’esperienza di studio in un altro paese, voi e la vostra azienda potrete trarre notevoli benefici, non solo dal punto di vista linguistico.

In alcuni paesi, le leggi nazionali stabiliscono il diritto a partire per dei periodi di formazione all’estero. La Bildungsurlaub in Germania e il Droit individuel à la formation (o Compte personnel de formation dal 2015) in Francia possono essere utilizzati per studiare una lingua in un altro paese. Ma anche se il diritto alla formazione non viene riconosciuto ufficialmente dal vostro stato, eccovi alcuni validi argomenti per dimostrare i benefici di un periodo di studio all’estero ai vostri datori di lavoro:

“Favorirà la mia crescita personale”

Lo sviluppo personale dello staff dovrebbe essere importante per i datori di lavoro. L’esperienza di vivere immersi in un’altra cultura, di incontrare persone nuove e di parlare una lingua straniera avrà un impatto molto più profondo su di voi rispetto ai classici esercizi di team-building o di formazione del personale. Date un’occhiata al nostro articolo di alcuni mesi fa sulle soft skills che vengono acquisite durante un’esperienza di formazione all’estero.

“Continuerò a lavorare”

Jean-Pierre Conus, vicepresidente di INNSECO SA, ha recentemente mandato un nuovo membro dello staff a Lisbona per un corso di portoghese di 4 settimane. Sostiene che “oggi è possibile avere un membro dello staff all’estero per alcune settimane di studio part-time, pur restando in contatto con l’ufficio e svolgendo delle mansioni per l’azienda grazie a Internet”. Solo perché non siete in ufficio, non significa che non potete lavorare.

“Questa esperienza renderà l’azienda più competitiva”

Numerose ricerche hanno dimostrato che le competenze linguistiche aumentano la competitività delle aziende a livello locale e internazionale. L’Unione Europea, in particolare, è un grande sostenitore delle competenze linguistiche per le imprese europee.

Oppure potete provare con qualche argomento più persuasivo…

“I nostri concorrenti lo fanno già”

I corsi di lingua per professionisti si stanno espandendo velocemente nell’ambito dello studio all’estero. Le scuole specifiche stanno crescendo sempre di più. Volete forse che i vostri concorrenti raggiungano mercati a voi inaccessibili?

“Amplierà la nostra rete di contatti internazionali”

I corsi di lingua per studenti business permettono di incontrare persone provenienti da diversi ambiti lavorativi e di fare piacevoli scoperte. Cliccate qui per leggere le opinioni del nostro staff sulle scuole business nel Regno Unito.

“Migliorerà la consapevolezza culturale dell’azienda”

Studiando immersi in nuova cultura, acquisirete punti di vista e prospettive che un corso di lingua a casa non potrà mai offrirvi. Certo, un corso in ufficio vi insegnerà le tradizioni locali in modo astratto e come rivolgersi alle persone, ma sarà mai come vivere queste esperienze in prima persona.

“Mi renderà felice”

Secondo una ricerca della Warwick University, un lavoratore felice è un lavoratore produttivo. Un corso di lingua permette di acquisire delle competenze che miglioreranno la vostra vita professionale e personale, alimentando così il vostro grado di contentezza e di produttività.

“È molto facile da organizzare”

Siamo qui per questo. ESL – Soggiorni linguistici ha già permesso a migliaia di persone di studiare una lingua utile per il loro lavoro. Siamo sempre a disposizione, prima, durante e dopo il vostro soggiorno, per assicurarci che tutto si svolga al meglio.

“Mi renderà più interessante sul mercato del lavoro…”

Forse questo non dovreste dirlo al capo… ma è la verità! Anche in una cultura d’impresa tendenzialmente monolingue come gli Stati Uniti, i ricercatori dell’Università di Harvard hanno dimostrato che la capacità di parlare le lingue straniere aumenta le possibilità di guadagno.

Scoprite maggiori informazioni sui nostri corsi di lingua per professionisti oppure condividete le vostre esperienze nei commenti qui di seguito.

Crediti fotografici: Successful happy business team, isolated on white / Shutterstock
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Il portoghese: una lingua in piena espansione

Infante Dom Henrique de Avis era un uomo con il gusto per l’avventura. Prima della sua nascita, nel 1394, i corsari barbareschi avevano utilizzato per decenni il porto marocchino di Ceuta per lanciare attacchi al suo nativo Portogallo, catturandone gli abitanti e vendendoli al mercato degli schiavi in Africa. Henrique –  o Enrico il Navigatore, [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Mappe del mondo – parte 2a

Le mappe e le carte geografiche possono cambiare la vostra prospettiva della vita. Eccovi alcune mappe che vi offriranno un nuovo punto di vista sul mondo: Chi parla il maggior numero di lingue straniere? Ben fatto Lussemburgo! Fonte: http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/ebs/ebs_386_en.pdf Diffusione dei capelli rossi Immagine: James McInerny Mappa della birra in Europa Via imgur Traffico aereo mondiale [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Mappe del mondo – una nuova prospettiva

Dov’è il centro del mondo? O meglio… dov’è il centro del vostro mondo? I cartografi affrontano questo problema da quando esistono le mappe e le carte geografiche. La mappa alla quale siamo forse più abituati è la proiezione di Mercatore, con l’Europa occidentale al centro della carta. Creata nel 1569, la Mappa di Mercatore veniva [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Da un clima grigio e piovoso a cieli limpidi e pieni di sole!

Sono la fortunata vincitrice di uno dei concorsi organizzati da ESL: dopo aver risposto su Internet ad alcune domande sui barbecue, ho avuto la fortuna di essere sorteggiata e di vincere un soggiorno linguistico di due settimane in Australia, valido per due persone! Ho scelto di portare con me un’amica e siamo partite da Parigi [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS